federconsumatorigiovani.it :




 

I disturbi dell'alimentazione: anoressia e bulimia sempre più diffuse tra i giovani

L’alimentazione e i disturbi psicofisici a questa collegati sono, purtroppo, molto frequenti nelle fasce più giovani della popolazione. Nel nuovo Quaderno della Salute pubblicato dal Ministero della Sanità sono riportati proprio i dati relativi a tali problematiche: numeri e percentuali dimostrano che c’è ancora molto da fare per aiutare le persone che soffrono di patologie simili.
DIFFUSIONE E CARATTERISTICHE DEI DISTURBI ALIMENTARI – I disturbi alimentari più comuni presentano caratteristiche ben precise. Quello più noto è certamente l’anoressia: il primo sintomo è la consistente perdita di peso ma il disturbo si caratterizza non solo per le gravi conseguenze provocate dalla malnutrizione (come danni all’apparato gastroenterico, cardiovascolare, endocrino e scheletrico e alterazioni metaboliche) ma anche per i pesanti condizionamenti dal punto di vista psicologico. Le persone anoressiche si trovano in uno stato di perenne disagio, dovuto alla costante paura di ingrassare – nonostante siano sottopeso – , all’eccessiva valutazione del peso e ad una percezione distorta del proprio corpo e della propria immagine. La bulimia, altro disturbo alimentare piuttosto diffuso, presenta altre peculiarità: se le persone anoressiche tendono ad alimentarsi il meno possibile, quelle bulimiche fanno seguire a ricorrenti episodi di ‘abbuffate’ comportamenti volti ad evitare l’aumento di peso, come l’autoinduzione del vomito, il digiuno prolungato o l’uso improprio ed eccessivo di diuretici o lassativi. Anche in questi casi la concezione che la persona ha di sé è fortemente influenzata dal peso. Un terzo tipo di patologia viene definito BED, dall’inglese binge-eating desorder, cioè disturbo da alimentazione incontrollata: in questi casi si verificano ricorrenti assunzioni di grandi quantità di cibo, proprio come per la bulimia, ma non le pratiche di compensazione, quindi è possibile che persone affette da questo disturbo diventino obese. Tutti i disturbi sono più diffusi nella popolazione femminile: uomini e ragazzi rappresentano tra il 5% e il 10% dei casi di anoressia, tra il 10% e il 15% dei casi di bulimia e tra il 30% e il 40% dei casi di BED. Secondo dati recenti ci sono 2.500 nuovi casi di anoressia e 3.700 nuovi casi di bulimia ogni anno. Entrambe le patologie manifestano quasi sempre i primi sintomi tra i 15 e i 19 anni, mentre i segni di BED possono presentarsi in qualsiasi fascia di età.
IL CONTESTO SOCIOCULTURALE – Nella nascita e nello sviluppo dei disturbi alimentari i fattori di natura socioculturale rivestono un’importanza fondamentale. L’attuale contesto sociale è ‘obesogenico’ - cioè che spinge alla vita sedentaria e all'eccessivo consumo di cibo – ma allo stesso tempo esalta la magrezza, presentando modelli ‘vincenti’ di persone magre contrapposti a modelli non attraenti di persone sovrappeso, in base a quella che viene definita ‘stereotipizzazione positiva’ della magrezza. Nell’ultimo mezzo secolo i canoni di bellezza proposti dai media sono cambiati, fino a raggiungere modelli difficilmente eguagliabili. Alcune persone, però, influenzate da tali immagini, controllano sempre di più la propria alimentazione, fino a sviluppare vere e proprie patologie. Nell'evoluzione di tali disturbi hanno anche un peso consistente i comportamenti di amici e familiari. IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE - In questo quadro è particolarmente importante la prevenzione. Nella società odierna la bellezza viene associata alla magrezza e per scardinare questa relazione è necessario agire su più fronti: occorre migliorare gli interventi di prevenzione nelle scuole e parallelamente limitare il più possibile i messaggi pubblicitari che incoraggiano l’eccessiva assunzione di cibo e la sedentarietà, nonché intervenire sui‘fattori di rischio ambientali’, coinvolgendo l’industria della moda e della pubblicità e le associazioni mediche. 

 


HOME

CHI SIAMO

FORUM

LINKS


DILLO A NOI

Dettagli





Invia
Se vuoi contribuire con allegati clicca qui


Note


  • Currently 2,7/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Votato 2,7/5 stelle (182 voti)