federconsumatorigiovani.it :




 

Facebook: l'amicizia in rete

Creato nel 2004 dal ventenne Mark Zuckerberg come sistema per mantenere i contatti con i vecchi compagni di college, Facebook  ha conosciuto da subito un successo insperato ed è uscito dal ristretto ambito delle università per diventare in breve tempo il social network più popolare in rete.

I primi passi
Il segreto del successo di Facebook sta nell’immediatezza con cui si può creare e allargare la propria rete di amicizie e condividere con loro tutto ciò che si vuole. Una volta imparato l’Abc per usarlo al meglio Facebook rappresenta, per chi lo usa assiduamente, un mezzo di comunicazione affidabile quanto la posta elettronica o il telefono.

Come iscriversi
Chi si iscrive a questo social network lo fa usando il proprio nome e cognome, perché lo scopo di facebook è proprio quello di trovare e farsi trovare da vecchi amici, parenti, colleghi, vecchi compagni di scuola e da persone perse di vista da un po’ che si vorrebbero ritrovare. Usare un nickname, un soprannome, per non svelare chi siamo realmente è possibile, ma in questo caso sarebbe un controsenso: come faranno le persone che vi stanno cercando a capire che siete voi?
Per iscriversi basta fornire nome, cognome un indirizzo email e la data di nascita. Questa può rimanere nascosta nel profilo che create, ma all’iscrizione vi viene comunque richiesta.

Creare il profilo
Una volta terminata con successo la registrazione il sistema vi chiede se volete cercare nella rubrica della vostra posta elettronica persone che sono iscritte al servizio. È il primo passo per crearsi una rete di contatti, fulcro di ogni vostra attività su Facebook.
Poi vi vengono chieste alcune informazioni su di voi: che scuola avete frequentato, quale università, il nome dell’azienda in cui lavorate. Sono tutte chiavi di ricerca attraverso cui la gente che conoscete potrebbe cercarvi . La terza richiesta è quella di caricare una foto per corredare il profilo. Nessuno di questi tre passaggi è obbligatorio , potete rimandarli tutti a un secondo momento. Nella vostra casella di posta, all’indirizzo che avete fornito per iscrivervi, arriverà un messaggio che serve ad autenticare il profilo per poi passare al primo accesso

Come usarlo
Una delle attività più semplici e immediate è la condivisione dei propri pensieri: in cima alla vostra pagina vedrete una finestrella in cui, non a caso, è scritto “cosa stai pensando?”. Sembra strano, ma anche solo rispondere a questa domanda un paio di volta la settimana, vi porterà presto a vivere Facebook in maniera molto coinvolgente.

Aggiungere amici
Cercateli con i vari sistemi messi a disposizione, per esempio importando i contatti della vostra rubrica, oppure selezionando l’università che avete frequentato, un’azienda per cui avete lavorato, o ancora immettendo i nomi delle persone che vi interessano. Quando trovate la persona che state cercando chiedetele di diventare amica. Cliccando sul pulsante “aggiungi agli amici”, mandate automaticamente una richiesta ufficiale alla quale lui o lei deve dare il proprio consenso. Insomma, non potete imporvi, come nella vita, per fare amicizia bisogna volerlo in due.

Eliminare gli amici
E se invece decidete che qualcuno tra i vostri amici non vi va più a genio? Basta andare sul proprio profilo e cliccare sulla scritta “Rimuovi dagli amici” che compare in basso a sinistra.
Se intende fare una pulizia più corposa, posizionate il mouse sulla scritta “amici” in alto a sinistra sulla pagina e dal menù che compare cliccate su “tutti gli amici”. Sarete mandati a una pagina in cui compaiono tutti in ordine alfabetico. Cliccando sulla X accanto al nome potete eliminare la persona dal vostro network. Con entrambi i sistemi lui o lei non riceverà comunicazione dell’avvenuta esclusione

Imparare a condividere
Cliccando sulla parola “Profilo”, in alto a sinistra nella pagina, accedete alla vostra bacheca. Questo è lo spazio in cui potete scrivere quel che pensate e condividere foto, link di pagine internet, video e quant’altro vi interessi mostrare alla vostra rete di amici. In un riquadro in alto compare la scritta“A cosa stai pensando?”. È qui che potete scrivere pensieri, considerazioni,aggiornamenti su quello che fate. Subito sotto c’è il bottone “Condividi”, da premere quando avete finito di scrivere. Su Facebook però non si condividono solo i pensieri. Come mostra l’immagine in alto, tra lo spazio per scrivere e il bottone per condividere c’è infatti il settore dedicato agli allegati: foto, video, eventi, link a pagine internet interessanti. Non dovete far altro che caricare qui i file che avete sul disco fisso del vostro computer, oppure copiare e incollare l’indirizzo della pagina internet, o del video di You tube, che volete condividere, comprensivo di http:// iniziale.

Homepage e bacheca
La home è la pagina che compare ogni volta che andate su Facebook e contiene una selezione degli aggiornamenti dei vostri amici. È questo il cuore del sistema, perché è leggendo i contenuti di questa pagina che vi tenete aggiornati su quanto sta avvenendo ai vostri contatti ed è qui che potete commentare o esprimere apprezzamenti su quello che decidono di scrivere o allegare. Non c’è bisogno di essere dei letterati: anche solo cliccare sul pulsantino “mi piace” è visto come un modo carino per comunicare. Se cliccate la scritta “Condividi” sotto un link o un video proposto da un amico avrete l’occasione di condividere quello stesso elemento con i vostri amici. Si tratta del sistema più efficace per diffondere un messaggio. Se volete maggiori informazioni su quel che sta facendo un amico in particolare,basta cliccare sul suo nome per andarlo a trovare sulla sua bacheca e avere il quadro completo delle sue attività. Lo stesso faranno gli altri con voi.

Come comunicare
Su Facebook avete a disposizione diversi mezzi da usare, la scelta dipende dal livello di privacy che vi serve. Se volete che i vostri messaggi siano pubblici, cioè visibili a tutti gli amici, potete usare la bacheca, altrimenti esistono altri canali da usare per messaggi privati, cioè indirizzati a uno solo o a una stretta cerchia di persone.

La bacheca
È la pagina pubblica del vostro profilo. Qui gli amici vi scriveranno messaggi che possono essere letti da tutti, qui inserirete i vostri pensieri e tutto quanto desiderate condividere con il vostro network. Alcuni dei contributi che inserirete in  questa pagina entreranno a far parte del flusso di notizie che compongono la homepage dei vostri amici.
Occhio alle brutte figure. Se volete fare con qualcuno un commento su un comune amico di Fabebook non è proprio la bacheca il posto adatto: la persona di cui spettegolate può leggere quello che vi state scrivendo.

La posta
Per entrare nella posta basta cliccare sulla scritta “Posta” che compare in alto sulla sinistra dello schermo. Se ci sono dei messaggi per voi, accanto alla scritta compare il numero di quelli ancora non letti, così sapete che è ora di dare un’occhiata. Per il resto il programma funziona come un qualsiasi altro programma di posta e consente di scrivere messaggi privati agli amici di Facebook. È possibile scrivere anche email di gruppo, cioè mandare lo stesso messaggio privato a più persone in contemporanea. In questo modo si apre una discussione collettiva. Anche ai messaggi di posta si possono allegare foto, video e link.

La chat
Consente di intavolare conversazioni private in tempo reale. In basso a destra c’è una piccola icona che rappresenta una persona e accanto c’è un pallino verde. Quel pallino dice che siete online, e che tutti gli amici che sono su Facebook in quel momento possono vedere che ci siete anche voi. Tra parentesi compare il numero dei vostri amici presenti. Se volete cominciare una conversazione con qualcuno basta cliccare sul suo nome e scrivere un messaggio. Se invece volete stare su Facebook ma non avete voglia che qualcuno vi inviti a fare un conversazione, potete selezionare l’opzione “Passa Offline”. In questo modo non risulterete collegati al network.

I gruppi
Potete cliccare in basso a sinistra sulla voce “Applicazioni” e selezionare “Gruppi”. Se i gruppi non compaiono tra le vostre applicazioni, potete digitare la parola “Gruppi” nella casella di ricerca in alto nella pagina e cliccando sul link che compare. Qui visualizzate quelli a cui si sono iscritti di recente i vostri amici e quelli a cui siete iscritti voi. Che senso ha iscriversi a un gruppo? Su Facebook vengono creati gruppi di ogni tipo. Si tratta di interessi attorno ai quali si può riunire una comunità. Chi gestisce il gruppo può inviare messaggi nella posta di Facebook degli iscritti e tutti gli iscritti possono scrivere sulla bacheca del gruppo. Frequentarla permette di tenersi al corrente sugli eventuali aggiornamenti. Per crearne uno, per esempio, il gruppo di quelli che amano la cioccolata,basta cliccare il pulsante in alto a destra nella pagina dei gruppi. Si accede a una pagina in cui dobbiamo inserire il nome del gruppo, la categoria (interessi comuni, svago, arte e spettacolo,organizzazioni, sport e così via) e darne una breve descrizione. I gruppi possono essere pubblici (visibili a tutti), privati (l’amministratore seleziona le persone che desidera far entrare) o addirittura segreti (si accede solo dietro invito, e nulla compare nei profili degli iscritti). Se il gruppo è pubblico si può procedere a questo punto a spargere la voce, pubblicando la notizia della sua creazione nel proprio profilo, e invitando gli amici a iscriversi.

Privacy
Va bene condividere, ma solo quello che interessa a noi, al ritmo che stabiliamo e soprattutto soltanto ciò che riteniamo utile e gradevole. Su internet però siamo spesso esposti a messaggi indesiderati. Come evitare di diventarne il malcapitato bersaglio? E come proteggere la nostra privacy anche in un luogo così pubblico come un social network?

Troppi avvisi via email
Vi iscrivete a Facebook e all’improvviso la casella di posta che avete fornito per la registrazione si riempie di messaggi. “Tizio ha risposto alla tua richiesta di amicizia”, “Sempronio ha scritto sulla tua bacheca”, “Caio ti manda una richiesta di amicizia”. L’attività sul social network ferve, e all’inizio può essere interessante ricevere tutto per tenersi aggiornati su quanto accade, ma se gli amici cominciano a essere tanti la quantità di messaggi si moltiplica rapidamente. A questo punto essere aggiornati sempre di tutto in tempo reale diventa un problema e la casella di posta si ingolfa. Per questo nella sezione Notifiche, che si trova all’interno di “Impostazioni Account”, potete scegliere  per quali tipi di attività che vi riguardano desiderate ricevere messaggi.

Proteggersi dagli spam
Vi iscrivete a un gruppo e questo comincia a tempestarvi di messaggi nella posta interna di Facebook, proponendovi pubblicità? Segnalate la cosa tramite il pulsante “Segnala Gruppo” che si trova in basso a sinistra in ogni pagina di gruppo. Cliccando sulla voce “Esci dal Gruppo”, che si trova subito sotto la foto, potete poi abbandonare quel gruppo. Le catene di Sant’Antonio sono nate molto prima dell’invenzione di internet, figurarsi di Facebook! Ma chiaramente hanno subito trovato il modo di attecchire anche qui. Lo fanno in molti modi,in genere sotto forma di gruppi a cui è assolutamente consigliato iscriversi per i più svariati motivi: evitare che Facebook diventi a pagamento, che Facebook venga chiuso e così via. Aderirvi può non causarvi danni, ma facendolo consegnate il vostro nominativo a emeriti sconosciuti che potrebbero non farsi alcuno scrupolo a bombardarvi di messaggi di ogni tipo. Facebook non chiude e non diventa a pagamento, state tranquilli. Si ripaga già egregiamente con le inserzioni pubblicitarie e per poterle vendere ha bisogno che voi stiate su Facebook, gratis, e ci passiate più tempo possibile. Allo stesso modo, sono del tutto inventati quei gruppi del tipo “Iscriviti qui per sapere chi ha visitato il tuo profilo” e simili: iscrivendosi a un gruppo non si può attivare alcuna funzione che non sia prevista da Facebook. Anche nella posta di Facebook, come ormai in tutti i programmi di posta elettronica, c’è il pulsante “Segnala spam”, da cliccare proprio quando si ricevono messaggi pubblicitari, ingannevoli, potenzialmente pericolosi o anche solo fastidiosi. Usatelo.

Phishing in agguato
Il successo travolgente di questo social network è stato così rapido nel nostro paese anche perché ha coinvolto molte persone che prima su internet ci andavano assai poco. Facebook conta quindi tra i suoi iscritti molte persone che con i raggiri praticati online hanno poca dimestichezza. Sarà per questo che i suoi utenti sono spesso bersagliati da messaggi di phishing: tentativi di organizzazioni criminali di entrare in possesso  dei vostri dati bancari. facendosi passare per la vostra banca, la Posta o chissà quale altro organismo finanziario. Nessuna organizzazione seria chiede numeri e dati del conto corrente e della carta di credito ai propri clienti online, men che meno su un social network. Non rispondete mai a questo tipo di messaggi e se avete dei dubbi contattate la vostra banca direttamente, meglio se di persona. 

 


HOME

CHI SIAMO

FORUM

LINKS


DILLO A NOI

Dettagli





Invia
Se vuoi contribuire con allegati clicca qui


Note


  • Currently 2,5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Votato 2,5/5 stelle (170 voti)