federconsumatorigiovani.it :




 

Gruppi d'acquisto on line

Gli e-coupon, l’ennesima e fortunata applicazione del modello community, sono la nuova frontiera del risparmio per lo shopping on line: si tratta di siti al cui interno vengono offerti beni e servizi su base locale a prezzi  vantaggiosi , unico limite il raggiungimento di un numero minimo di compratori. Le proposte sono molto varie e spaziano di giorno in giorno su tutto quanto può offrire la propria città di residenza, dal percorso di coppia in beauty farm, alla cena nel ristorante di lusso fino al corso di lingue o al posto in prima fila per uno spettacolo teatrale, con sconti che vanno dal 50 al 90%. Grazie al fatto che beni e servizi proposti si riferiscono sempre a realtà commerciali geograficamente vicine , di solito è facile stabilirne la convenienza. Gli sconti maggiori  riguardano generalmente locali ed attività nuove da lanciare, come ristoranti, discoteche, palestre o resort o anche realtà già affermate nei periodi di bassa stagione.
Una formula semplice ed efficace potenziata dal fatto che si possono fare acquisti in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento attraverso le versioni dei siti per tablet e smartphone  e dalla presenza sui social network che in breve tempo ha portato ad un boom di utenti ed affari in tutto il mondo, Italia compresa.
Come funziona
I siti e-coupon si basano su due presupposti: più si è a comprare meno si paga; tanto più un bene è geograficamente vicino all’acquirente, tanto meno gli costa. Una volta iscritti al sito perciò, occorre indicare la propria città di residenza o se non presente nell’elenco delle città disponibili, quella più vicino alla località in cui ci troviamo.
Da quel momento in poi ogni giorno si riceveranno via posta elettronica le proposte e le iniziative del luogo indicato. Se un’offerta ci interessa si può procedere all’acquisto e si attende il raggiungimento del numero minimo di acquirenti richiesto affinché il deal, ovvero l’affare, divenga effettivo. Quando la soglia di compratori necessaria è raggiunta, l’utente riceve una e-mail con allegato un vaucher in pdf che contiene tutte le indicazioni del servizio acquistato ed un codice di sicurezza che ne attesta l’autenticità. E’ sufficiente stamparlo e presentalo al venditore per avvalersi dell’acquisto.
Nel caso in cui il numero minimo di compratori non viene raggiunto, l’offerta non si attiva e il sito restituisce all’utente i soldi spesi. Ogni coupon resta in vendita generalmente per non più di 48 ore e spesso, oltre al gruppo minimo di acquirenti è fissato anche un numero massimo di compratori.
Quali problematiche possono presentarsi?
Difficoltà nel contattare il servizio clienti.
Sui maggiori siti oltre all’indirizzo email è presente anche un numero di telefono, di solito verde. Il problema è che non è scontato che ti rispondano. Alla prima telefonata , dopo 5 minuti di attesa, casca la linea, al secondo e al terzo tentativo, sempre dopo un periodo di attesa, rispettivamente viene prima comunicato che il numero è inesistente e poi scatta una curiosa segreteria telefonica. Generalmente, se si è fortunati, al quarto tentativo rispondono. Perciò se avete diritto alla restituzione dei soldi, non demordete.
Rimborsi, prima o poi …
Spesso il ritardo nei rimborsi è riconducibile al servizio clienti latente, ma alle volte anche le banche possono allungare la querelle burocratica e per un rimborso si può attendere fino a venti giorni. Comunque, nonostante questo disagio, solitamente i rimborsi arrivano.
Acquisto di vaucher per strutture fantasma.
Può accadere? Ebbene si. Da mettere in conto c’è anche questa prospettiva allucinante. I siti che mettono in vendita vaucher dovrebbero sempre controllare con cura l’esercizio con cui concludono l’accordo prima di rivenderlo ai propri clienti, ma sicuramente anche gli stessi esercizi non sono esenti da colpe, un accordo con un gruppo di acquisto potrebbe essere importante per un ristorante con pochi clienti o prossimo alla chiusura. Per questo prima di procedere ad un acquisto è sempre meglio verificare con una telefonata se l’esercizio commerciale esiste veramente e magari fare una piccola ricerca per verificarne la qualità.
Rischio di trattamento differente
Con il vaucher si ha diritto allo stesso trattamento di tutti gli altri clienti. E’ questa la filosofia dei gruppi d’acquisto: acquistare un prodotto o un servizio a prezzi inferiori, non a qualità inferiore! I gruppi d’acquisto dovrebbero essere garanti della qualità dell’esercizio nei confronti degli utenti e dovrebbero subito controllare l’esercente, anche nel caso di un’unica lamentela, ma come dicevamo, i servizi clienti non sono famosi per la loro solerzia … il consiglio è perciò di far vedere il vaucher solo al momento del pagamento e non al momento della prenotazione. 

 


HOME

CHI SIAMO

FORUM

LINKS


DILLO A NOI

Dettagli





Invia
Se vuoi contribuire con allegati clicca qui


Note


  • Currently 2,4/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Votato 2,4/5 stelle (189 voti) Hai gi� votato, grazie!