federconsumatorigiovani.it :




 

Attenzione al poker on line: non si gioca ad armi pari.

Il New York Times ha lanciato l’allarme contro i famigerati “Poker bot”, ovvero automi-software mascherati da esseri umani e sfruttati da chi vuole barare, che stanno  prendendo piede nei tavoli di poker on line. Bot sta per robot, ma,  per utilizzare questi automi che giocano al nostro posto non occorre essere degli hacker professionisti. Basta digitare su Internet “poker bot” scaricare il programma preferito e poi collegarsi alla piattaforma di gioco compatibile con il robot scelto. Così può capitare che,invece di confrontarsi con i nostri simili, ci si imbatta in un partecipante bionico, con tutti gli svantaggi del caso .  I Poker bot possono giocare 24 ore su 24, anche su più tavoli non mostrando ovviamente il minimo segno di cedimento psicologico.
Per quanto possa essere una minaccia il bot è, sinora, facilmente rintracciabile per una serie di indizi ricorrenti: puntate basse, giocate simili, orario di partecipazione prolungato. Inoltre ci sono in gioco variabili decisamente umane, come il bluff, di fronte al quale l’automa rimane spesso spiazzato.  In Italia il rischio poker bot sembra tuttavia contenuto, anche se in realtà cifre ufficiali sui giocatori bionici non esistono; tale fenomeno infatti non è regolato da alcuna legge, ma solo dalle condizioni di utilizzo delle piattaforme di poker.

 


HOME

CHI SIAMO

FORUM

LINKS


DILLO A NOI

Dettagli





Invia
Se vuoi contribuire con allegati clicca qui


Note


  • Currently 2,6/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Votato 2,6/5 stelle (175 voti)