federconsumatorigiovani.it :




 

Carnevale

La parola “Carnevale” deriva dal latino carnem levare, togliere la carne, e indica il periodo che precede la Quaresima, in cui, secondo la tradizione religiosa, la carne è proibita; per questo in epoca romana venivano celebrati i carnesciali, grandi banchetti prima del digiuno. Il carnevale dura alcune settimane e termina con il Martedì Grasso, giorno in cui si concentrano i maggiori festeggiamenti, prima che inizi il periodo quaresimale con il Mercoledì delle Ceneri

Feste in Italia
Tanti i carnevali italiani che sono diventati famosi e meritano una visita Cento, Ivrea, Viareggio,Venezia …
In molte città d’Italia sfilano carri allegorici con maschere e vestiti tradizionale di Carnevale. E’ una festa molto attesa dai bambini ma anche dai più grandi, con feste in piazze e nei locali, dove molto spesso si  organizzano concorsi per premiare i costumi e i vestiti di carnevale più belli e originali.

Cento
Il Carnevale di Cento è un Carnevale storico, la cui antichissima tradizione ha infatti lasciato traccia in un affresco del 1615 del pittore centese Gian Francesco Barbieri chiamato “Il Guercino”, dove viene rappresentato “il Berlingaccio”, una maschera locale, in una festa nel palazzo comunale offerta al popolo nel giovedì grasso dal Magistrato cittadino, con profusione di dolciumi e rinfreschi.
Ciò che caratterizza il carnevale di Cento  è la sfilata dei carri allegorici in cartapesta. Vere e proprie opere d’arte, i carri vengono costruiti dalle Associazioni carnevalesche, che durante l’inverno costruiscono dei “monumenti in cartapesta” che inneggiano all’allegria, alla satira e alla fantasia.
Una caratteristica  peculiare e curiosa è il “gettito” o lancio dei carri in parata sul pubblico, come da antica tradizione , di oggetti e gadget molto ambiti dal pubblico tra cui palloni, materassini gonfiabili , pupazzi di peluche in una dolce pioggia di caramelle e cioccolatini. Nella quinta e ultima domenica di carnevale, i corsi mascherati terminano con una proclamazione del carro vincitore, a cui segue un grandioso e bellissimo spettacolo pirotecnico nel piazzale di uno dei monumenti simbolo della città, la Rocca di cento.
Tutto ciò accade dal 31 gennaio al 28 febbraio.
 
Ivrea
Lo Storico Carnevale di Ivrea è un evento unico, riconosciuto come  manifestazione italiana di rilevanza internazionale, un “sogno” che si manifesta ogni anno portando nelle vie e nelle piazze della città di Ivrea storia, tradizione, spettacolo, emozioni e grandi ideali. In questo evento storia e leggenda si intrecciano per dar vita ad una sequenza spettacolare che travalica e fonde i secoli.
Lo spirito dello Storico Carnevale vive nella rievocazione di un episodio di affrancamento dalla tirannide, che si fa risalire al medioevo: un barone che affamava la Città venne scacciato grazie alla ribellione della figlia di un mugnaio che non volle sottostare allo jus primae noctis e che accese la rivolta popolare. In questa rievocazione il Carnevale si rinnova ogni anno come grande Festa Civica durante la quale la comunità di Ivrea celebra la propria capacità di autodeterminazione.
L’eroina della festa è la Mugnaia, al suo fianco il Generale, che fin dai primi anni dell’800 ha il compito di garantire un corretto svolgimento della manifestazione, insieme al suo Stato Maggiore Napoleonico, composto da valenti Ufficiali a cavallo e graziose Vivandiere.
Completano la galleria dei personaggi storici il Sostituto Gran Cancelliere, il Magnifico Podestà garante della libertà cittadina, il Corteo con le Bandiere dei Rioni rappresentati dagli Abbà ed i Pifferi e Tamburi.
A riempire di colori e profumi la città, vi è poi la famosa e spettacolare Battaglia delle Arance, momento di grande coinvolgimento e forte emozione, rievocazione della ribellione popolare alla tirannia.
Nella battaglia il popolo, rappresentato dagli aranceri a piedi sprovvisti di qualsiasi protezione, combatte a colpi di arance contro le armate del Feudatario, rappresentate da tiratori su carri trainati da cavalli, che indossano protezioni e maschere che ricordano le antiche armature.
In segno di partecipazione alla festa tutti i cittadini ed i visitatori, a partire dal Giovedì Grasso, scendono in strada indossando il Berretto Frigio, un cappello rosso a forma di calza che rappresenta l’adesione ideale alla rivolta e quindi l’aspirazione alla libertà, come fu per i protagonisti della Rivoluzione Francese.
I festeggiamenti iniziano il 6 gennaio per terminare il 17 febbraio.

Venezia
Antico e raffinato, il Carnevale di Venezia è il carnevale più famoso d'Italia e risale al XII secolo: per alcuni giorni (ma i festeggiamenti del Carnevale potevano durare mesi) si dimenticava ogni norma morale lasciando spazio libero alle trasgressioni. Il Carnevale di Venezia visse il suo momento di massimo splendore nel 1700, ultimo secolo della Repubblica, grazie a personaggi quali Carlo Goldoni e Giacomo Casanova.
Il giorno più importante del Carnevale è, tradizionalmente, il Martedì Grasso, che precede il Mercoledì delle Ceneri e quindi l'inizio della Quaresima, ma a Venezia vige anche la tradizione del Giovedì Grasso, che celebra l'anniversario della sconfitta di Ulrico, patriarca di Aquileia che aveva occupato Grado e che fu condannato a pagare un tributo annuale di dodici maiali e un toro, che venivano sacrificati in una cerimonia popolare.

Eventi più importanti del Carnevale di Venezia:
Piazza San Marco:
Festa delle Marie, con tornei, antichi giochi popolari, artisti e musicisti.
Il Volo della colombina o il Volo dell'angelo: si svolge il giorno seguente con la discesa dal campanile di Giotto di una celebrità.
Danza delle ore:
spettacolo piromusicale, musica dal vivo, sfilate in costume e concorsi in maschera.
Canal Grande:
Le maschere gustano una cioccolata e una frittella, dolce tipico del Carnevale, e poi si imbarcano sulle gondole .
Grandi palazzi monumentali:
feste di Palazzo a tema.

Programma Carnevale di Venezia 2010:
• Sabato 6 febbraio, ore 21.00: SHOW DI INAUGURAZIONE DEL CARNEVALE di Venezia 2010 (spettacolo inaugurale in piazza, con la presenza di un grande artista)
• Domenica 7 febbraio, ore 12.00: IL VOLO DELL’ANGELO:dal campanile di San Marco si lancerà la famosa modella Bianca Brandolini d’Adda, che indosserà un abito creato da Giambattista Valli.
• Domenica 7 febbraio, ore 15 (da San Pietro di Castello): LA FESTA DELLE MARIE
• Domenica 7, ore 15.00 / Domenica 14 febbraio, ore 13.00: LE RIEVOCAZIONI STORICHE
• Venerdì 12 febbraio, ore 21.00, Piazza San Marco: DRAG QUEEN BEAUTY PAGEANT (nuovo concorso europeo con la Compagnia de La Calza “I antichi” in giuria)
• Da giovedì 11 a domenica 14 febbraio, ore 15.00: CONCORSO DELLA MASCHERA PIU’ BELLA 2010 (con la giuria internazionale, presieduta dal Premio Oscar Gabriella Pescucci e la Compagnia de la Calza “I Antichi”
• Sabato 13, domenica 14 e lunedì 15, ore 21.00 SERATE DI TANGO IN PIAZZA SAN MARCO
• Da giovedì 11 a domenica 14, Piazzetta S.Marco: LA COMMEDIA DELL’ARTE
• Martedì 16 febbraio, ore 20.00: MARTEDI’ GRASSO IN PIAZZA SAN MARCO (grande festa all’insegna della musica in Piazza San Marco che chiude il Carnevale di Venezia 2010)
• Domenica 7 febbraio, ore 11.00, Rio di Cannaregio: LA FESTA VENEZIANA
• Da giovedì 11 a domenica 16 febbraio, ore 10.00 – 19.00 IL CAMPO DEL GUSTO – CAMPO SAN GEREMIA, in collaborazione con la Regione Veneto e l’Unione Cuochi Veneto
• Da sabato 6 a martedì 16 febbraio, ore 11.00 – 20.00 CARNEVALE AL BUIO, CORDERIE DELL’ARSENALE, in collaborazione con l’Istituto dei Ciechi di Milano
• Da sabato 6 a sabato 13 febbraio: IL BURLESQUE AL CARNEVALE DI VENEZIA 2010
• Domenica 14 febbraio, ore 12.00: IL VOLO DELL’ASINO – PIAZZA FERRETTO
• Sabato 6 febbraio, dalle 22.00: SENSATION OPENING PARTY – TERRAFERMA

Viareggio
Il carnevale di Viareggio è nato nel 1873, quando alcuni nobili decisero di organizzare una sfilata di carri nel centro della città e i poveri ne approfittarono per mascherarsi e prendere in giro i politici locali. Da allora il carnevale di Viareggio è diventato il più irriverente d’Italia, con carri ispirati all’attualità politica e sociale.
La mascotte è Burlamacco, un enorme pagliaccio vestito a righe bianche e rosse.

Calendario corsi mascherati:
1° Corso Mascherato: 31 gennaio 2010
2° Corso Mascherato: 7 febbraio 2010
3° Corso Mascherato: 14 febbraio 2010
4° Corso Mascherato: 16 febbraio 2010
5° Corso Mascherato: 21 febbraio 2010

 


HOME

CHI SIAMO

FORUM

LINKS


DILLO A NOI

Dettagli





Invia
Se vuoi contribuire con allegati clicca qui


Note


  • Currently 2,6/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Votato 2,6/5 stelle (198 voti)