federconsumatorigiovani.it :




 

Scuola: il MIUR impedisce l'iscrizione online ai figli degli immigrati irregolari

“La scuola è aperta a tutti”. Lo sancisce l’art. 34 della Costituzione Italiana.
Per questo la Federconsumatori è pronta ad intervenire per eliminare la discriminazione nei confronti dei figli degli immigrati irregolari, ai quali, di fatto, è stato negato il diritto allo studio.
La nuova procedura online introdotta dal MIUR per l’iscrizione alla scuola dell’obbligo, infatti, richiede come campo obbligatorio il codice fiscale, di cui gli immigrati irregolari non dispongono.
La nostra Associazione provvederà ad inviare opportuna diffida al MIUR, al fine di chiedere l’immediata modifica della procedura che impedisce il diritto allo studio garantito dalla Costituzione Italiana e allo stesso Testo Unico dell’Immigrazione (art. 38).

Qualora il MIUR non disponga tale modifica in autotutela si provvederà ad instaurare un giudizio al TAR al fine di far condannare la Pubblica Amministrazione inadempiente.

 


HOME

CHI SIAMO

FORUM

LINKS


DILLO A NOI

Dettagli





Invia
Se vuoi contribuire con allegati clicca qui


Note


  • Currently 2,5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Votato 2,5/5 stelle (190 voti)