federconsumatorigiovani.it :




 

Per evitare sorprese nella scelta dell’uovo di pasqua

Attenzione all’etichetta

Per gli acquisti delle uova di cioccolato, sotto il periodo di pasqua, particolari accortezze devono essere adottate nella lettura degli ingredienti. In primis consigliamo di verificare in etichetta la percentuale di cacao e la presenza di oli tropicali o altri grassi diversi dal burro di cacao, che abbassano la qualità del prodotto. Qualora il cioccolato presentasse una percentuale maggiore del 5% di grassi vegetali diversi dal burro di cacao, deve essere riportato in etichetta con la dicitura “contiene altri grassi vegetali oltre al burro”.

Quando sull’etichetta viene riportata la dicitura “cioccolato” il prodotto deve contenere almeno il 35% di sostanza secca totale di cacao o almeno il 18% di burro e non meno del 14% di cacao secco sgrassato. Le percentuali cambiano in caso si tratti di “cioccolato al latte”, infatti il prodotto deve contenere almeno il 25% di sostanza secca totale di cacao, il 14% di sostanza secca totale di origine lattica e almeno il 25% di materie grasse totali.

Le diciture “fine”, “finissimo” e “extra”, che a volte seguono la parola cioccolato, indicano un prodotto migliore. Il cioccolato fondente deve contenere non meno del 43% di cacao (di cui almeno il 26% di burro di cacao) mentre per il cioccolato al latte la presenza non deve essere inferiore al 30% di cacao e del 18% di sostanza del latte.

Solitamente comunque tali prodotti dichiarano in etichetta componenti molto simili, con una presenza di almeno 30-31% di cacao nei prodotti al latte e 50-52% in quelli fondenti.

 

Sicurezza per i più piccoli

Con l’arrivo delle festività pasquali gli scaffali dei negozi di alimentari, le pasticcerie e i supermercati, si riempiono di coloratissime uova di cioccolato. Nonostante le numerose varianti proposte dalle aziende, le uova al cioccolato al latte e quelle al cioccolato fondente restano le preferite dai consumatori italiani.

Tali prodotti sono destinati prevalentemente ai bambini, che al gustare il cioccolato, prediligono scartare la confezione per trovare la sorpresa, il vero motivo che spinge all’acquisto dell’uovo e che in molti casi ne determina anche il prezzo.

Ricordiamo che per quanto riguarda le sorprese bisogna far particolare attenzione all’aspetto della sicurezza, visto che sono destinate ai più piccoli. I gadget che circolano sul mercato europeo devono rispettare rigidi requisiti di sicurezza: non devono contenere sostanze pericolose, non devono avere piccoli pezzi che possono essere ingeriti o inalati e non devono comportare rischi meccanici.

Prima dell’acquisto occorre controllare se sulla confezione è riportata l’età adatta al gioco e, una volta trovata la sorpresa, cercare sul gioco o sul foglio informativo il marchio CE, che assicura che l’oggetto è a norma di legge. In ogni caso, qualora la sorpresa risultasse essere un gioco da assemblare, è sempre necessaria la supervisione di un adulto.

Bisogna considerare, inoltre, che, in molti casi, a determinare la differenza di prezzo tra i vari prodotti offerti, è soprattutto la sorpresa: se essa risulta essere un gadget legato a personaggi del momento il costo sarà sicuramente più elevato.

 

 


 


HOME

CHI SIAMO

FORUM

LINKS


DILLO A NOI

Dettagli





Invia
Se vuoi contribuire con allegati clicca qui


Note


  • Currently 2,4/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Votato 2,4/5 stelle (157 voti)