federconsumatorigiovani.it :




 

Con la disoccupazione giovanile aumentano anche gli annunci-truffa. Occorre maggior trasparenza nel mercato del lavoro, Federconsumatori Giovani sostiene l'attività di "Lavoro Anomalo".

Come emerge dalle cronache quotidiane e dal vissuto di ciascuno, la disoccupazione giovanile aumenta e non sembra essere un problema di facile risoluzione. Infatti i dati Istat parlano di un ulteriore aumento di giovani disoccupati, che rappresentano oggi il 42,6% del totale. Da tempo la Federconsumatori invoca la necessità di un rilancio urgente dell’economia, per migliorare i consumi del mercato interno, attraverso l’approvazione di un piano straordinario per il lavoro. Questo porterebbe una boccata d’aria fresca a tutte le famiglie che si fanno carico quotidianamente dei costi di mantenimento di figli e nipoti.
L’attuale condizione giovanile è tale da rendere il mercato del lavoro una sorta di giungla senza regole, dove tutto sembra essere permesso, dove le opportunità occupazionali sono rappresentate, in maniere crescente e sempre più arrogante, da aziende (o presunte tali) che illudono i ragazzi, promettendo false prospettive di carriera, guadagni illusori e, in definitiva, lavori denigranti, non solo per i giovani che si affacciano al mondo del lavoro, ma  per l’intera nazione.
In molte occasioni la nostra associazione si è occupata delle problematiche del lavoro giovanile, vera grande emergenza del Paese, criticando le pratiche di molte aziende che, sfruttando la fame di lavoro dei giovani, li induce ad accettare lavori “porta a porta” finalizzati a far firmare contratti-truffa ad utenti sprovveduti e già soffocati dalla morsa del fisco. Annunci di lavoro per magazzinieri, corrieri, segretarie, impiegati, etc. si rivelano, in molti casi, essere solamente un’esca per ingaggiare “assistenti a domicilio” o addetti a “mansioni esterne”.
Il nostro portale, dedicato ai giovani e alle loro problematiche, allora, sponsorizza pienamente l’iniziativa nata nel 2012 a Firenze, con il supporto del Servizio Orienta Lavoro -SOL CGIL, denominata “Lavoro Anomalo”, che raccoglie le denunce e le segnalazioni di offerte di lavoro ingannevoli per poi pubblicarle sulla loro pagina Facebook.
La validità del lavoro svolto dai ragazzi di Firenze è rintracciabile non solo nella mera attività di segnalazione, ma anche e soprattutto, in quella di consulenza. “Lavoro Anomalo”, infatti, offre pareri, basati su precedenti segnalazioni e pubblicazioni, sulla validità di offerte lavorative e pubblicazioni di aziende, che in molti casi sono già inserite nella “black list” dei contatti da evitare.
Federconsumatori Giovani appoggia e sostiene l’attività di “Lavoro Anomalo” e rinnova l’invito ai ragazzi e alle ragazze italiane a non perdere mai la speranza di migliori qualità di vita (lavorativa e non solo) e sottoscrive l’appello lanciato da “Lavoro Anomalo” e SOL CGIL sulla necessità di maggior tutele e trasparenza sugli annunci di lavoro, per un futuro più dignitoso. 

 


HOME

CHI SIAMO

FORUM

LINKS


DILLO A NOI

Dettagli





Invia
Se vuoi contribuire con allegati clicca qui


Note


  • Currently 2,6/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Votato 2,6/5 stelle (184 voti)